La nuova LEGGE sulla COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO

La nuova LEGGE sulla COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO

set 17 2014

Dopo 27 anni dalla storica legge sulla cooperazione L. 49/1987, il 28 agosto scorso la nuova legge sulla Cooperazione è entrata in vigore con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, sarà la Legge 125/2014.

Dopo 27 anni dalla storica legge sulla cooperazione L. 49/1987, il 28 agosto scorso la nuova legge sulla Cooperazione è entrata in vigore con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, sarà la Legge 125/2014.Da questa data scatta il conto dei giorni previsti dalla legge per l’emanazione di una serie di regolamenti e altri adempimenti che costituiranno la fase di transizione dalla vecchia legge 49 alla nuova e dalla DGCS all’Agenzia. Ecco i passaggi chiave dei primi 12 mesi della nuova legge (dal BLOG INFO-COOPERAZIONE)

Il Consiglio nazionale per la cooperazione allo sviluppo: il primo effetto concreto della legge è l’istituzione del Consiglio nazionale per la cooperazione allo sviluppo che il Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale dovrà istituire entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge (fine novembre). Il Consiglio nazionale per la cooperazione allo sviluppo è composto dai principali soggetti pubblici e privati, profit e non profit, della cooperazione internazionale allo sviluppo, ivi inclusi rappresentanti dei Ministeri coinvolti, delle regioni e delle province autonome di Trento e di Bolzano, degli enti locali, dell’Agenzia di cui all’articolo 17, delle principali reti di organizzazioni della società civile di cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario, delle università e del volontariato.
Statuto e dotazione dell’Agenzia: con regolamento del Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale, dovrà essere adottato entro 180 giorni dalla data di entrata in vigore (articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400), di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, lo statuto dell’Agenzia nel quale sono disciplinate le competenze e le regole di funzionamento dell’Agenzia stessa. Entro la stessa data il MAECI dovrà concordare con il Ministro dell’economia e delle finanze la dotazione organica dell’Agenzia, nel limite massimo di duecento unità.

Il riordino del MAECI - Entro centottanta giorni su proposta del MAECI si dovrà provvedere, in coerenza con l’istituzione dell’Agenzia, a riordinare e coordinare le disposizioni riguardanti il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale, con conseguente soppressione di non meno di sei strutture di livello dirigenziale non generale.
Le ONG e l’idoneità: le organizzazioni non governative già riconosciute idonee ai sensi della legge 26 febbraio 1987, n. 49, e considerate organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS) ai sensi dell’articolo 10, comma 8, del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460, alla data di entrata in vigore della presente legge, sono iscritte all’Anagrafe unica delle ONLUS, su istanza avanzata dalle stesse presso l’Agenzia delle entrate. In ogni caso, per i primi sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge ovvero fino al momento dell’avvenuta iscrizione, rimangono validi gli effetti del riconoscimento dell’idoneità concessa ai sensi della legge 26 febbraio 1987, n. 49.

E' online il nuovo portale dell'EYD 2015 (Anno EUROPEO dello SVILUPPO)Un'agenda per il futuro della cooperazione allo sviluppo - European Year for DevelopmentInformare, sensibilizzare, coinvolgere i cittadini europei sui temi della cooperazione e dello sviluppo globale. Sono questi gli obiettivi dell’EYD2015 con il motto “il nostro mondo, la nostra dignità, il nostro futuro”. Per la prima volta l’UE dedica un anno tematico alla sua azione esterna, alla dimensione della cooperazione allo sviluppo. 

E' on line il nuovo portale della DG Development and Cooperation  - EuropeAid. La DG DEVCO_EuropeAid è la direzione generale della Commissione Europea responsabile della messa in pratica dei programmi e dei progetti di aiuto esterno in tutto il mondo.per contribuire significativamente agli obiettivi di sviluppo dell'UE e agli Obiettivi del Millennio delle Nazioni Unite. L'Unione europea, composta dai suoi stati membri e dalla Commissione Europea, è il maggior donante a livello mondiale di aiuto.

PERCORSIDIPACE:EU è il portale marchigiano su diritti, educazione cittadinanza nato per migliorare nel territorio marchigiano la qualità della comunicazione sui temi della cooperazione internazionale, dell'educazione allo sviluppo, del dialogo interculturale, dei conflitti e della pace ed è realizzato nell'ambito del progetto denominato ClimATE Change – cofinanziato dall'UE (EuropeAid/131141/C/ACT/MULTI). 

Rinnovato nella grafica e nei contenuti il sito intende configurarsi come punto di riferimento per il mondo dell'associazionismo legato alla cooperazione e alla solidarietà internazionale . Configurato con tali caratteristiche, percorsidipace.eu è il primo contenitore di questo tipo nelle Marche.  VAI AL BLOG

Visita il blog del progetto EuropeAID European Dynamics for DEAR efficiency.  Il progetto, che si concluderà alla fine del 2015 si realizza in 4 diversi paesi europei e vede come capofila la Regione PICARDIE (FR), la Regione della TURINGIA (DE), la Provincia del LUSSEMBURGO (BE), la Regione MARCHE (IT), le ONG EWNT (DE) e COSPE (IT).


VAI AL BLOG

Visita il blog del progetto EuropeAID Climate Change.  Il progetto, che si concluderà a marzo 2016 si realizza in 4 diversi paesi europei e vede come capofila l'ONG COSPE (IT) e come partners di progetto l'ONG PNG (PL), l'ONG KOPIN (MT), l'ONG INKOTA (DE), la Regione MARCHE (IT), le associazioni e AIAB e CICMA (IT).

Vai al BLOG.

Visita il sito dedicato alla COOPERAZIONE TERRITORIALE EUROPEA con notizie sulle attività delle Marche nei programmi comunitari transnazionali, transfrontalieri. Tutte le notizie sui programmi IPA CBC; SEE, MED e sulla nuova programmazione della CTE per il periodo 2014/2020. Per approfondimenti visita la pagina European Territorial Co-operation sul sito dell'UE (in lingua inglese). Guarda il video con il nuovo logo di INTERREG per il 2014/2020

Guarda il video della campagna di Natale di MARCHESOLIDALI Coordinamento di 30 Organizzazioni Marchigiane . INFO QUI 


#ADOTTA UN PROGETTO

UpP

Grazie all’art. 15 della LR n. 9/02 sulla cooperazione allo sviluppo e solidarietà internazionale nel 2009 è stata costituita l'Associazione “Università per la pace” con sede ad Ascoli Piceno. UpP svolge attività di ricerca e promozione della conoscenza e della diffusione delle tematiche relative alla promozione della cultura della pace e dei diritti umani” e, a questo fine, “realizza un centro di documentazione collegato con le banche dati nazionali, europee ed internazionali, provvede alla produzione di materiale didattico e informativo, promuove programmi di educazione sui temi della mondialità e della pace, promuove progetti e campagne nazionali di solidarietà internazionale, convegni, tavole rotonde e seminari, stage sui temi della pace. VAI AL SITO DI UpP